Il colore dei Gutai

SPAZIO ARTE DEI MORI
Associazione Culturale
Venezia Cannaregio 3384B. Campo dei Mori

presenta

IL COLORE DEI GUTAI
Yasuo Sumi, Ukita.
dal 1 al 30 Aprile 2013

Gallery not found. Please check your settings. space-20 Gallery not found. Please check your settings. space-20 Gallery not found. Please check your settings.
  • Yasuo Sumi (1925) è uno degli actionpainter che meglio rappresentano il movimento Gutai, attualmente esposto alla mostra Gutai: Splendid Playground al Guggenheim di New York.
  • Yozo Ukita (1923) presente nel Gutai Card Box alla mostra Gutai: Splendid Playground al Guggenheim di New York. 

Lo Spazio Arte dei Mori di Venezia, in contemporanea alla mostra Gutai: Splendid Playground al Guggenheim di New York, presenta un momento espositivo sul celebre movimento Gutai, con opere di Yasuo Sumi (1925) e Ukita (1923), action-painters del movimento Gutai che ancora oggi continuano la loro attività artistica.

Il Movimento Gutai venne fondato nel 1954 ad Osaka da Yoshihara Jiro, che sosteneva di dover “ fare una pittura che non si sia mai vista”.“dobbiamo dare alla materia un’occasione per vivere”. e scriveva“in altre parole, tutto ciò che avviene nell’animo umano è concretamente esprimibile attraverso la materia”

Nelle opere di immediatezza performativa selvaggia di YasuoSumi, che vanno dagli anni ’50 fino ad oggi, si vedono gli elementi tipici del movimento Gutai, il flusso energetico del tempo, della presenza e della fisicità oltre ad una notevole forza espressiva e drammaticità. Le esplosioni di colore sulle tele, le carte o le stoffe, diventano gorghi improvvisi ma mai improvvisati, sunto di performance dell’Artista tra calligrafismo e violenza gestuale.

Nelle opere recenti di Ukita si ritrovano gli elementi tipici tradizionali del suo periodo Gutai. I materiali e la tecnica utilizzata dall’artista per realizzarle sono tela, chiodi, legno, parti di bidoni ecc. Le opere esposte consistono in tele spesse e robuste fissate su pannello e telaio. Sulle tele (colorate ad olio monocromatico) è attaccata al centro una lamiera verniciata e curvata regolarmente come un semi cilindro ed il risultato è rappresentato da sculture composite costruite in modo artigianale, perché l’artista fa tutto da solo, anche il telaio.

Jonathan Sisco

Tags: , , , , ,


Pagina successiva »